Sidebar

Magazine menu

20
Ven, Ott

De Rosa Federica - Napoli

De Rosa Federica - Napoli

Nata a Napoli nel 1977. Maturità classica nel 1995. Corso di Laurea in Beni Culturali presso L’Università degli Studi di Napoli “Suor Orsola Benincasa” nell’ a.a. 2000-01 (tesi in Metodologia della ricerca storico-artistica su Sergio Ortolani, relatore Ferdinando Bologna). Specializzazione in Storia dell’Arte all’Università degli Studi di Napoli “Federico II” (tesi sulle problematiche della conservazione dell’arte contemporanea, relatore Mariantonietta Picone Petrusa). Dottorato di ricerca presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” (tesi sul sistema delle arti a Napoli durante il ventennio fascista, relatore Mariantonietta Picone Petrusa).

Borsa di studio presso l’Istituto Italiano per gli Studi Storici negli a.a. 2002-03 e 2006-07; borsa di ricerca annuale presso l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli, nell’a.a. 2005-06; borsa di ricerca presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Dipartimento di Discipline Storiche “Ettore Lepore”, ag. 2008-feb. 2009, nell’ambito del progetto di ricerca nazionale “Protagonisti, esperienze, materiali e metodi: per una storia del restauro a Napoli (1750-1950)” (coordinamento Paola D’Alconzo).

Dal 2009 è docente di Storia dell’arte presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli.

Dal 2002 al 2006 ha collaborato alle attività istituzionali della Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Napoletano, in particolare ha lavorato presso l’ufficio mostre per l’organizzazione di mostre nazionali e internazional.

Dal 2004 è membro della segreteria di redazione della rivista “Napoli nobilissima”; dal 2013 è capo redattore della rivista “Zeusi. Linguaggi contemporanei di sempre”.

Dal 2013 è componente responsabile per la tutela del patrimonio storico artistico del deposito e archivio storico della Galleria dell’Accademia di Belle Arti di Napoli; dal 2014 è componente responsabile del fondo beni culturali dell’Accademia di Belle Arti di Napoli e si occupa della tutela della Galleria, della Gipsoteca e dell’Archivio Storico dell’Accademia di Belle Arti di Napoli.

Ha pubblicato saggi storia dell’arte e di critica d’arte e storia del restauro per volumi miscellanei, cataloghi di mostre e riviste, e in particolare si è occupata dei rapporti tra regime fascista e artisti, pubblicando la monografia Il sistema delle arti a Napoli durante il ventennio fascista. Stato e territorio (Napoli, IISF press, 2012).

Ha collaborato con la Fondazione Memofonte per la pubblicazione dell’edizione critica delle guide di Napoli di Carlo Celano (1692, Giornata Seconda e Giornata Nona) e Pompeo Sernelli (1688) e ha scritto per il DBI e per il progetto online del DBI “Italiani della Repubblica”.

Ha curato la sezione costumi della mostra On stage. scenografi e costumisti a Napoli 1980-1990 (arte’m 2015).